Scendiamo in piazza a difesa del nostro futuro!

Il comitato giovanile (composto dal Sindacato Indipendente degli Studenti e Apprendisti – SISA, dalla Gioventù Comunista – GC e dalla Gioventù Socialista – GISO) contrario alla revisione della Legge sugli aiuti allo studio, proposta dalla maggioranza borghese in Gran Consiglio, invita tutti le lettrici e tutti i lettori ad unirsi a noi nel rivendicare pari opportunità di formazione per tutti, partecipando al presidio di protesta che si terrà lunedì 19 settembre in Piazza Governo a Bellinzona.

Il parlamento, chiamato a trattare il pacchetto di rientro finanziario, potrebbe esprimersi già nel primo giorno di sessione sulla modifica di legge presentata nel rapporto di maggioranza Lega (UDC)-PLR-PPD: non possiamo restare in disparte a guardare mentre il nostro futuro viene messo in vendita!

La conversione in prestiti di un terzo delle borse di studio avrebbe delle conseguenze drammatiche per i giovani delle fasce sociali più basse: questi sarebbero costretti ad entrare in un mercato del lavoro particolarmente difficile e instabile avendo già sulle spalle un debito che potrebbe ammontare a più di 25’000 franchi!

Non condividiamo la volontà dei partiti borghesi di scaricare sui giovani il peso del risanamento finanziario del Cantone, e per questo scenderemo in piazza chiedendo che il Gran Consiglio bocci questa riforma. Se anche voi la pensate così, raggiungeteci in piazza lunedì prossimo: ritrovo alle 17.30 in Piazza Governo!

Comitato giovanile contro la restituzione delle borse di studio (SISA, GC, GISO). 16.09.2016

(foto: La Regione Ticino)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *